09Apr/16
Franck-Provost-autunno-inverno-2014-2015-620-6

Piastra per capelli: il modo migliore per avere un look sempre perfetto

I criteri per scegliere una piastra per capelli sono fondamentali perché tutto dipende da che cosa si ha bisogno. Per questa ragione bisogna scegliere con cura e valutare magari l’acquisto di un ferro per capelli, se il nostro scopo è avere dei capelli ondulati; le piastre funzionano, ma non sempre danno ottimi risultati.

Nonostante tutto però quando si ha bisogno di questi prodotti, la prima domanda che sorge spontanea è: qual è il suo prezzo? Il costro di questo strumento di bellezza può variare tanto che si parte da un minimo di 10 euro sino ad un massimo di 100 euro: questo dipende dalla marca che si sceglie.

Abbiamo parlato di prezzi, ma è fondamentale capire il tipo di capelli che abbiamo. Nel caso in cui si hanno dei capelli crespi o si abita in un posto troppo umido allora sarà opportuno prendere una piastra per capelli di qualità e che consenta di garantire una piega duratura.

Inoltre se si ha voglia di cambiare spesso alternando magari tra liscio e mosso, l’ideale sarebbe prendere una piastra che permetta di avere una buona resa in entrambi i casi: tutto dipende dal rivestimento. Più semplice è per chi ha dei capelli più corti: in poche passate può ottenere il risultato desiderato e non perdere molto tempo per creare il suo look!

Esistono delle piastre a vapore?

Può sembrare assurdo, ma l’innovazione di questi prodotti è arrivata davvero avanti. Infatti è possibile trovare delle piastre particolari dotate di un serbatoio d’acqua permettendo di essere utilizzare come un ferro da stiro a vapore. Al contrario delle altre però questa piastra è ideale per lisciare i capelli e non tanto comoda per arricciarli!

Nel caso in cui utilizzassimo la piastra troppo spesso è consigliabile proteggere il capello con appositi prodotti, facilmente reperibili in commercio. Insomma questi strumenti di bellezza non devono mai mancare all’interno della casa perché danno modo di riuscire a curare i capelli senza magari dover spendere troppi soldi dal parrucchiere.

06Apr/16
unnamed-45

Materassi memory o materassi a molle: qual è il migliore?

I materassi memory e quelli tradizionali si distinguono tra loro. Quando arriva il momento di sceglire un letto su cui dormire è difficile scegliere perché il mercato offre un vasto numero di prodotti interessanti. Tutto ciò che si dovrà fare è pensare alla nostra salute e di conseguenza a dormire più riposati.

Iniziamo a capire le prime differenze. I materassi foam permettono di distribuire uniformemente il peso corporeo su tutta la superficie grazie al materiale utilizzato mentre non si può dire lo stesso dei materassi a molle che utilizzano un sistema totalmente differente quindi difficilmente si riuscirà ad avere la stessa qualità di sonno.

Si consiglia di più il memory foam in quanto permette di adattarsi alle forme del corpo e migliorare magari la circolazione, dolori alle articolazioni e alla schiena perché dona il giusto sostegno per riposare bene. Questi particolari materassi permettono di riposare bene anche in estate? Anche se può risultare strano, questi materassi si adattano alla temperatura corporea equilibrandola in soli 30 minuti. Sia i memory che quelli a molle possono utilizzare dei topper al fine di garantire un sonno più fresco e tranquillo

E’ difficile dire quale materasso si possa preferire perché entrambi hanno dei vantaggi e dei svantaggi e tutto dipende da soggetto a soggetto. Nonostante tutto specifichiamo che lo svantaggio dei memory risulta essere sicuramente il prezzo; i materiali del memory vengono utilizzati dalla Nasa (fautore di questi particolari materassi) per le tute dei suoi austronauti ed è per questa ragione che sono considerati nettamente migliori rispetto ai tradizionali. Per quanto riguarda i materassi a molle sarebbe preferibile acquistare quelli con molle indipendenti e insacchettate per avere un giusto supporto.

Il sonno è importante e non deve essere discreditato, magari acquistando un materasso sbagliato. Infatti la soluzione ideale è quella di fare una spesa unica, ma fatta per bene; il più delle volte si punta al risparmio e poi ci si ritrova a dover affrontare nuovamente un’altra spesa!